Data di apertura: Aprirà il 31/03/2024 10:00

Data di scadenza: Chiuderà il 30/11/2024 16:00 (o prima in caso di esaurimento delle risorse 

Descrizione
Il bando concede incentivi in conto capitale per facilitare l’accesso al commercio elettronico.

Soggetti beneficiari
Sono beneficiarie le Microimprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all’Albo provinciale delle imprese artigiane

Entità e Forma dell’Agevolazione
L’intensità dell’aiuto è pari al 40% delle spese ammissibili ed è elevata al 50% qualora sussista una delle seguenti condizioni:

  • imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria giovanile;
  • imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria femminile;
  • imprese artigiane localizzate nelle zone di svantaggio socio economico;

L’intensità dell’aiuto è elevata di 5 punti percentuali per le imprese cui sia stato attribuito il rating di legalità con delibera dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:

  • importo minimo pari a 3.000,00 euro;
  • importo massimo pari a 30.000,00 euro.

Spese ammissibili
L’intervento mira a facilitare l’accesso al commercio elettronico, cioè lo svolgimento di attività commerciali o promozionali di propri prodotti o servizi per via elettronica, e per la creazione, ristrutturazione, potenziamento o ampliamento del sito attraverso il quale si svolgono tali attività. 

Le spese ammissibili sono: 

  • consulenza per la creazione di siti di commercio elettronico; 
  • consulenza specialistica per lo sviluppo, la customizzazione e personalizzazione dell’applicazione che gestisce l´attività di vendita o promozione via internet quali applicazioni di e-Commerce, applicazioni business-to-business, etc; 
  • consulenza per l´integrazione con gli altri sistemi informativi aziendali (gestione magazzino, vendite, distribuzione, amministrazione, Business Intelligence, CRM); 
  • assistenza iniziale all’imprenditore, ai propri soci, ai collaboratori e dipendenti per la gestione del sito orientato al commercio elettronico; 
  • servizi di traduzione dei testi del sito
  • consulenze per studi di web marketing, per piani di diffusione e posizionamento del sito web finalizzati alla promozione del sito; 
  • realizzazione di video e foto necessari alla creazione del sito web; 
  • hardware per una sola postazione completa (incluso il sistema operativo); 
  • hardware specifico per la gestione delle transazioni commerciali sulla rete internet e per i sistemi di sicurezza di connessione alla rete; 
  • sistemi informatici (software, brevetti) acquistati o ottenuti in licenza comprese le spese per la registrazione del nome di dominio e della casella di posta elettronica; 
  • software specifici per la gestione delle transazioni commerciali sulla rete internet e per i sistemi di sicurezza della connessione alla rete, inclusa la Secure payment System; 
  • applicativi e programmi per l’integrazione con altri sistemi informativi aziendali (gestione magazzino, vendite, distribuzione, amministrazione, Business Intelligence, CRM). 

Sono ammissibili le spese sostenute a decorrere dal 1° gennaio 2023. 

Le domande dovranno essere presentate in via telematica sul portale della regione Friuli Venezia Giulia.  

Il procedimento di selezione è valutativo a sportello secondo l‘ordine cronologico di presentazione della domanda.