Descrizione
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro delle Imprese e del Made in Italy ha approvato, nell’ambito del DL Coesione, la norma che prevede l’introduzione dello strumento dei “Mini contratti di sviluppo” con una dotazione iniziale di 300 milioni di euro. 

La misura è indirizzata al momento alle sole Regioni del Mezzogiorno.

Soggetti beneficiari
Possono beneficiare di tale misura tutte le imprese, di qualsiasi dimensione purché gli investimenti siano collegati alle tecnologie avanzate elencate nel nuovo regolamento UE STEP

Entità e Forma dell’agevolazione
Sono ammessi investimenti produttivi di media dimensione finanziaria, tra 5 e 20 milioni di euro. 

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a €300.000.000,00

Spese Ammissibili
La misura è destinata al sostegno, allo sviluppo e alla fabbricazione di  tecnologie digitali e “deep tech”, oltre che quelle  green e alle biotecnologie (compresi i medicinali critici nell’elenco UE, oltre ai loro componenti).