Data di apertura: Aprirà alle ore 11:00 del 11/09/2024
Data di scadenza: Chiuderà alle ore 13:00 18/09/2024

Soggetti beneficiari
I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie imprese di tutti i settori che, alla data di presentazione della
domanda e fino alla concessione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:

  • abbiano sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Bologna ed
    effettuino investimenti di cui al presente bando a favore della sede legale e/o unità locali ubicate
    nell’area metropolitana di Bologna.
  • Siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese
  • siano in regola con il pagamento del diritto annuale
  • non siano in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato
    preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente
  • abbiano legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali non sussistano cause di
    divieto, di decadenza e di sospensione
  • abbiano assolto gli obblighi contributivi e siano in regola con le normative sulla salute e
    sicurezza sul lavoro
  • non abbiano forniture di servizi in corso di erogazione con la Camera di
    commercio di Bologna

Le imprese a cui sono stati assegnati contributi a valere sul “Bando voucher digitali I4.0 –
annualità 2023” della Camera di commercio di Bologna ed hanno presentato la relativa
rendicontazione nei termini, non possono presentare domanda di agevolazione ai sensi del
presente Bando per l’annualità 2024.

Entità e Forma dell’agevolazione
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, nella misura del 50% della spesa
ammessa, per un importo non superiore a 10.000 euro e non inferiore a 5.000 euro.
Gli aiuti di cui al presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, entro il
limite massimo della copertura integrale di ciascun costo e a condizione che il cumulo sia
ammesso anche dagli altri aiuti sulle stesse spese:
a) con altri aiuti in regime de minimis fino al massimale de minimis pertinente;
b) con aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali
previsti dal regolamento di esenzione applicabile o da una decisione di autorizzazione.
Sono inoltre cumulabili con aiuti senza costi ammissibili.

Spese Ammissibili
Gli interventi di innovazione digitale e le relative spese dovranno riguardare almeno una
tecnologia dell’Elenco 1 – inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed
eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a
quelle previste al precedente Elenco 1.

Elenco 1:

  • intelligenza artificiale;
  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
  • soluzioni di cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate
    caratteristiche di integrazione delle attività

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing;
  • connettività a Banda Ultralarga;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • sistemi di e-commerce;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste.
    Almeno il 30% del costo totale del progetto deve essere riferito a servizi di consulenza e/o
    formazione relativi alle tecnologie di cui all’elenco 1
  • acquisto, canoni e noleggi di beni strumentali materiali e immateriali e di servizi strumentali,
    inclusi dispositivi e spese di connessione, nel limite massimo del 70% dei costi ammissibili
    funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’elenco 1 ed eventualmente di una
    o più tecnologie dell’Elenco 2 purché propedeutiche o complementari a quelle previste al
    suddetto Elenco 1.

Sono esclusi rate, acquisto finale e riscatto per leasing finanziario. Sono in ogni caso esclusi i
costi relativi ad apparecchi telefonici (centralini, smartphone ecc.) ed attrezzature informatiche di base (pc,
monitor, notebook, tablet, stampanti non 3D, server, router, sistemi operativi, pacchetti di
office automation.

Fonti di Approfondimento
Sito di riferimento: https://www.bo.camcom.gov.it/it/content/approvazione -bando-voucher-digitali-%E2%80%93-edizione-2024