INVITALIA – Bonus colonnine domestiche

Data di scadenza: : Chiuderà il 14/03/2024 12:00 (o prima in caso di esaurimento delle risorse)

Descrizione

Il presente bando intende concedere contributi a privati e condomini per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica. 

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del contributo le persone fisiche residenti in Italia e i condomìni.

Entità e forma dell’agevolazione

Il bonus colonnine domestiche è un contributo pari all’80% del prezzo di acquisto e posa delle infrastrutture per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica.

Il limite massimo del contributo è di 1.500 euro per gli utenti privati e fino a 8.000 euro in caso di installazione sulle parti comuni degli edifici condominiali. 

La dotazione finanziaria è pari ad 40.000.000,00 euro. 

Spese ammissibili

Sono ammissibili al contributo le spese sostenute per l’acquisto dell’infrastruttura di ricarica e la relativa posa in opera. 

Tali spese possono comprendere: 

  • l’acquisto e la messa in opera di infrastrutture di ricarica, ivi comprese – ove necessario – le spese per l’installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio; 
  • spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi; 
  • costi per la connessione alla rete elettrica, tramite attivazione di un nuovo POD (point of delivery). 

Potranno essere presentate le domande relative alle installazioni effettuate dal 1 gennaio 2023 al 31 dicembre 2023. 

Ai fini dell’ammissibilità al contributo, le infrastrutture di ricarica devono essere: 

  • nuove di fabbrica; 
  • di potenza standard. 

La presentazione della domanda sarà gestita interamente attraverso la nuova Area Personale di Invitalia. 

Le agevolazioni di cui al presente decreto sono concesse sulla base di una procedura a sportello. 

REGIONE EMILIA ROMAGNA – Fondo Energia 2024

Data di scadenza: Chiuderà il 29/03/2024 16:00

Soggetti beneficiari

I destinatari dell’agevolazione sono rappresentati dalle imprese di qualsiasi dimensione e dalle Esco. E che abbiano l’attività principale rientrante in una delle seguenti categorie della classificazione Ateco 2007: B, C, D, E, F, G, H, I, J, L, M, N, P, Q, R, S.

Entità e forma dell’agevolazione

Il Fondo interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato con provvista mista, derivante per il 75% dalle risorse pubbliche del Fondo e per il restante 25% da risorse messe a disposizione degli Istituti di credito convenzionati.

I finanziamenti, nella forma tecnica di mutuo chirografario, possono avere la  durata compresa tra 18 e 96 mesi (incluso un preammortamento massimo di 18 mesi), ed importo ricompreso tra un minimo di 25mila euro ad un massimo di 1 milione di euro. 

È finanziabile il 100% del progetto presentato. L’onere effettivo degli interessi a carico dell’impresa beneficiaria, è pari alla media ponderata fra i due seguenti tassi: 

  • Tasso di interesse pari allo 0,00% a valere sulla parte di finanziamento avente provvista pubblica (75%); 
  • Tasso di interesse pari all’Euribor 6 mesi mmp + spread massimo del 4,99% per la parte di finanziamento con provvista bancaria (25%).

Il Fondo concede anche un contributo a fondo perduto per il rimborso delle spese tecniche sostenute dall’impresa per la preparazione ed il supporto tecnico del progetto, pari ad un massimo del 12,5% della quota pubblica del finanziamento. 

Spese ammissibili

Sono ammesse le seguenti tipologie di intervento

  • Efficientamento energetico delle imprese; 
  • Realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l’autoconsumo; 
  • Miglioramento ed adeguamento sismico in associazione ad interventi energetici; 
  • Circolarità dei processi e lo sviluppo di impianti di economia circolare. 

La domanda può essere presentata esclusivamente attraverso modalità online con firma digitale, accedendo al sito https://fondostarter.artigiancredito.it/.

Fonti per approfondimento:

Sito di riferimento: https://fesr.regione.emilia-romagna.it/opportunita/2023/fondo-energia

Bonus Export Digitale Plus | Dal 13 febbraio 2024

Dal 13 febbraio 2024 torna il Bonus Export Digitale Plus, il contributo a fondo perduto dedicato all’export digitale

Il MAECI (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) e Agenzia ICE, con il supporto tecnico di Invitalia, supportano micro e piccole imprese, reti e consorzi del settore manifatturiero nel processo di internazionalizzazione digitale.

Con il “Bonus Export Digitale Plus” i beneficiari potranno usufruire di finanziamenti dedicati allo sviluppo dell’export per gli importi riportati di seguito:

  • 10.000 euro per micro e piccole imprese italiane manifatturiere – a fronte di una spesa di 12.500 euro (al netto dell’IVA);
  • 22.500 euro per reti e consorzi – a fronte di spese non inferiori a 25.000 euro (al netto dell’IVA).

Spese ammissibili

  • Realizzazione di siti e-commerce e/o app mobile
  • Realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per amplificare la presenza online attraverso attività di digital marketing (e-commerce, campagne, presenza social) adatte al settore di competenza
  • servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano
    iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing

Per richiedere il Bonus occorre essere in possesso di SPID e smart card.

Durata del progetto

Le domande potranno essere presentate allo sportello gestito da Invitalia nel periodo compreso tra il 13 febbraio 2024 e il 12 aprile 2024, termine ultimo per la presentazione della domanda.

Fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano

La dotazione finanziaria è pari a euro 76 milioni di euro suddivisi in de linee di intervento:

  • 56 milioni di euro per l’acquisto di macchinari professionali e altri beni strumentali nuovi di fabbrica;
  • 20 milioni di euro destinate alle assunzioni con contratti di apprendistato per giovani under 30.

Data di apertura: 01/03/2024

Data di scadenza: 30/04/2024

Procedura a sportello

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono le imprese operanti nei settori identificati dai codici ATECO
56.10.11 Ristorazione con somministrazione in possesso di almeno uno dei seguenti due requisiti:

  • Essere regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni;
  • Aver acquistato, tra il 30/08/2021 ed il 30/08/2022, prodotti DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno 25% del totale dei prodotti acquistati nello stesso periodo.

56.10.30 Gelaterie e pasticcerie e 10.71.20 Produzione di pasticceria fresca in possesso di almeno uno dei
seguenti due requisiti:

  • Essere regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni;
  • Aver acquistato, tra il 30/08/2021 ed il 30/08/2022, prodotti DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno 5% del totale dei prodotti acquistati nello stesso periodo.

Entità e forma dell’agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 70% della spesa ritenuta ammissibile nel limite massimo di 30.000,00 euro, sia per l’acquisto di macchinari e attrezzature che relativamente allo stipendio lordo da corrispondere ai giovani apprendisti.

Spese ammissibili

Il bando finanzia l’acquisto di macchinari professionali e beni strumentali nuovi di fabbrica. Le spese sono
ammissibili solo se sostenute dopo l’invio della domanda.

Non sono ammissibili spese per acquisti di componenti, pezzi di ricambio, terreni o fabbricati, mezzi targati, beni usati o rigenerati, utenze di qualsiasi genere, contributi o oneri sociali, buoni pasto, spese legali o notarili, consulenza di qualsiasi genere.

Fonti per approfondimento:

Sito di riferimento: https://www.fira.it/masaf-fondo-per-il-sostegno-alle-eccellenze-della-gastronomia-e-dellagroalimentare-italiano-apertura-1-3-2024chiusura-30-4-2024/